Monday, 26 March 2012


Tutti da anni stanno sottovalutando la cosa.
Anche in quel dannato film con Dustin Hoffman dottore credibilissimo tutti a dire "una scimmietta? non può essere mica colpa di una tenera, berciante e pelosa scimmietta inquadrata per tutto il film?" E invece...
In Uganda migliari e migliari di bimbi giocosi si stanno lentamente tramutando in qualcosa che, i media ammericani non sia mai perdiamo un'occasione per scatenare un po' di sano panico, definiscono zombi!
Per ora, chi viene colpito dalla malattia si limita a masticare corde e legacci con cui viene tenuto a freno, ma dalla canapa ad un femore, si sa, il passo è breve. Gli attacchi verso cose e persone sembra si inneschino con i cambiamenti climatici; una sorta di metereopatia aggressiva che, se nei nostri nonni si limitava a semplici invettive contro la qualsiasi seguiti da "sto cazzo di femore oggi non mi vuol dar pace, dev'essere il tempo" e da "ventimilalire per un cd? vuoi vedermi in rovina? dillo allora, brutto stronzo d'un nipote!", in Uganda potrebbe sfociare in una vera e propria invasione.
Rinchiudetevi nelle vostre case dunque e fate incetta di munizioni.
E ricordate: alla testa, mirate alla testa!

No comments:

Post a Comment

Post a Comment